insegnaci ad amare la nostra pazzia

Du, lass dich nicht verhaerten in dieser harten Zeit- Du, lass dich nicht verbittern in dieser bitteren Zeit (Wolf Bierman) Che pretesa essere amati da adulti se non ti hanno mai amato da bambino (A Busi) Hvad man ikke har haft som barn, faar man aldrig nok siden af (Tove Ditlevsen) To live without hope, to work without love (Virginia Woolf)

Tuesday, October 17, 2006

Furto con destrezza

Le notizie sulla finanziaria peggiorano col tempo: di questo passo si può solo immaginare che nel momento in cui sarà votata - con il voto di fiducia almeno al Senato, su questo Miss Brodie non ha dubbij - essa sarà ancora più disastrosa di quanto anche i pessimisti più neri vanno oggi vaticinando.

Di certo si tratta di un cattivo esempio, ma in realtà dell'unico esempio che ci si poteva aspettare dalla classe al potere ora in carica. Il Presidente del Consiglio non è lo stesso che ha presieduto il grande carrozzone degli ajuti di stato istituzionali e fallimentari a un tempo, che è uscito indenne da tutti gli scandali che gli sono potuti piovere addosso e che oggi, ben 31 anni dopo è ancora lì, saldo al comando che manovra le leve del potere come se nulla fosse ? E molti devono aver dimenticato che il suo degno compare, l'odierno Ministro dell'Interno, anch'egli molto capace nel mantenere l'equilibrio sulle onde del potere - sono 30 quest'anno, e ancora non c'è segno che si scolli - è stato, quando era Ministro del Tesoro nel 1992, l'ideatore di quella meravigliosa pensata per risolvere un problemino finanziario-contabile non da poco spolverando il 6 per mille dai conti correnti bancarij e postali della povera gente (i ricchi non tengono certo il contante su conti correnti, e nemmemo i ministri o i politici in generale). In qualsiasi altro paese moderno ci si sarebbe aspettati una discesa in piazza con conseguente ritiro immediato del provvedimento ma non in Italia, visto che le discese in piazza in questo benedetto paese si fanno solo col consenso e con la concertazione dei sindacati, vera e propria classe politica che manovra la "ggente" da dietro le quinte del potere osceno (cioè ob-scaenum, sulla scena) che mentre si presta a farlo mettere in culo ai "lavoratori" (in realtà si dovrebbe dire solo gli operai e gli impiegati) fa la gavetta del do ut des prima di prendere il potere vero e proprio al momento debito (vedi Marini, Bertinotti, Cofferati, Del Turco e compagnia brutta).

Fatta questa necessaria quanto ingenua premessa, Miss Brodie non si fa capace della cecità dei cosiddetti difensori contro ogni evidenza delle politiche della "sinistra" solo perché è la "sinistra" a farle. Ne è un esempio una collega (nonché "collega") di treno della Miss che prima delle elezioni non faceva che parlare male del precedente premier e adesso, pur essendo stata buggerata, continua a difendere il furto con destrezza che è questa legge finanziaria (e siamo solo all'inizio ! quousque tandem...) anche di fronte a cifre che parlano chiaro. Alle rimostranze della Miss che si passava da un'aliquota del 23% a una maggiorata di ben quattro punti percentuali, la collega rispondeva che non c'era niente da temere, che il governo aveva detto che tutti quelli con reddito sotto i 40.000 euri annui (ad averceli! non è questo lo stipendio degli insegnanti) ci avrebbero guadagnato. Miss Brodie ha continuato a dirle che non era possibile, l'aritmetica non lascia tali margini di errore. Imperterrita risposta della collega: "Hai capito male o sei male informata." Miss Brodie si è messa a fare quattro conti e poi è tornata all'attacco: lei e la sua collega pagheranno circa 400 euri di imposte sul reddito in più all'anno. Se avessero moglie e figli a carico riceverebbero maggiori sgravij fiscali che in passato, atti a compensare il maggior prelievo e quindi si troverebbero in una situazione immutata quanto a prelievo fiscale effettivo, ma questo non è il caso né della Brodie né della sua collega, che a questo punto ha ammesso di aver torto. Qualche giorno dopo la Miss è stata vendicata alla lettera: la cifra da lei calcolata a occhio e croce è stata data ufficialmente dalla stampa e in un'intervista una non meglio nota sottosegretaria ha ammesso che sì, i singoli, pur con redditi bassi, si troveranno a pagare più imposte, "perché si è voluto privilegiare i redditi familiari".

Ecco, e questo è il punto di questa missiva, la Miss sarà anche costretta a pagare più tasse da un governo di facinorosi sedicenti sinistrorsi e a non lamentarsene visto che ha contribuito almeno in parte alla loro elezione (Rosa nel Pugno ? ebbene sì, ma ora sarebbe meglio che mutasse nome in Pugno in Faccia) ma su questo non accetta di tenere il capo chino. Certo lei è singola, ma anche lei E' una famiglia. Anche lei ha degli affetti, dei diritti inoppugnabili di individuo e ciò che più conta di cittadina, fiscale anche. Questi discorsi da sacrestia da oratorio da parrocchia di politici moralmente di merda carchi sono intollerabili e inaccettabili nel 2006 in un paese che vuole chiamarsi civile. I contribuenti devono avere pari doveri e pari diritti e pari dignità, non si può continuare a sbandierare il vessillo del TENGO FAMIGLIA di montanelliana memoria, ridotto ormai a unico verbo degli italiani e delle italiane del familismo amorale. Chi ha detto che sono famiglie solo le coppie di un uomo e una donna con prole ? La Miss allora che cosa è ? E tutti le altre singole di questo paese che cosa sono, monadi smonate e mone senza cazzo in attesa dell'incontro sacrale e sacralizzato e sacralizzante perché fonda una "famiglia" e che quindi possono essere spremute impunemente perché in fondo che cosa sono se non, letteralmente, dei minus habentes ? La Miss non ci sta, e in questo caso farà suo il motto di Sua Maestà Elizabetta: NEMO ME IMPUNE LACESSIT.

Nel frattempo, la Spagna, la Spagna !!!, si appresta a superare l'Italia in tutti i sensi: non solo in modernità, legislativa quanto sociale, in capacità di attrattiva, e non solo turisticamente parlando, in dono all'umanità di pellicole sublimi quanto profonde, tutte cose in cui ha già da lunga pezza sopravanzato i miseri italici, ma anche, tenetevi saldi, nel Prodotto Interno Lordo, che non sarà certo la misura della felicità (per chi non l'avesse ancora trovata quella è di 20 centimetri), ma potrebbe significare un posto nel G7/G8, altro che il seggio agognato dei Membri (?) Permanenti del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, velleitarij diplomatici farnesini !

Questo pessimo costume italico di promettere ciò che si sa già di non poter mantenere (ricordate le promesse elettorali del democristiano piacione alla don Peppone, stessa calata emiliano-appennina, stessa anima pretesca ? Miss Brodie sì) è un'abitudine di cui gli italiani dovrebbero imporsi di fare a meno, nella vita privata così come in quella pubblica.

4 Comments:

At October 17, 2006 4:46 pm, Anonymous stefano said...

Sostanzialmente d'accordo su tutto.
Consiglio di leggere questo:

http://www.libmagazine.eu/numeroVII/Menotasse.htm

Voglio vedere il governo italiano che abbia il coraggio di fare una politica fiscale ed economica così. Non l'ha fatta Berlusconi e non la fa, men che meno, Prodi.

E, fuori tema, hai letto di Prodi che si lamenta perché "i giornali ce l'hanno su con lui"? Mmmh... Questa mi sembrava che l'avesse già detta un altro prima.

 
At October 19, 2006 5:31 pm, Anonymous Anonymous said...

la sai una cosa, è la prima volta che vivo in un paese del quale stimo e appoggio il capo di governo, è una sensazione piacevole, difficilmente descrivibile e che certo, se fossi rimasto laggiù, mai avrei provato.
code: phrfi.

 
At October 19, 2006 6:59 pm, Anonymous Portsmouth il rivoluzionario said...

Solo tu ci puoi salvare, Miss.
RIVOLUZIONE!!!

Portsmouth

 
At October 21, 2006 2:26 am, Anonymous miss p. said...

Grande! concordo pienamente su tutto, questo governo sta facendo delle gran porcate, soprattutto a danno degli italiani.
Tanto per rimanere in situazione scuola, nel piano dei tagli economici ha partorito un'agghiacciante novità: chi è incluso nelle graduatorie permanenti ma non viene immesso in ruolo entro il 2010 perde ogni diritto a concorrere per il ruolo. In base a cosa , mi spiegate??
salvo poi concedere indulti e indultini a galeotti di varia natura;permettere agli extracomunitari, ma con permesso di soggiorno,( come se non si sapesse quale buisness si cela dietro il commercio di permessi falsi), di chiedere il ricongiungimento familiare sino alla parentela di cugini primi: quindi, padri madri fratelli sorelle mariti figli e cugini. ah, con una semplice autocertificazione.
però di rendere più stabile la posizione lavorativa dei propri governati, che da 20 e più anni aspettano...non se ne parla.
MISS, STAVOLTA SONO DAVVERO INCAZZATA E MI ESCE IL FUMO DALLE ORECCHIE, E ANCHE DAGLI OCCHI.ciao

 

Post a Comment

<< Home