insegnaci ad amare la nostra pazzia

Du, lass dich nicht verhaerten in dieser harten Zeit- Du, lass dich nicht verbittern in dieser bitteren Zeit (Wolf Bierman) Che pretesa essere amati da adulti se non ti hanno mai amato da bambino (A Busi) Hvad man ikke har haft som barn, faar man aldrig nok siden af (Tove Ditlevsen) To live without hope, to work without love (Virginia Woolf)

Saturday, April 30, 2005

Voltaire would be proud

In un'intervista jeri sul "Corriere della Sera", [ma come vanno di moda queste interviste a uomini in gonnella] (Monsignor) C Ruini avverte la pubblica opinione sprovveduta e assente che ancora non se ne è accorta che la Chiesa ha il diritto di far sentire la sua voce.

Certo, aggiunge Miss Brodie, chiunque ha il diritto di far sentire la propria voce, ma senza accampare allo stesso tempo la pretesa di farsi ascoltare.

Molti degli studenti e studentesse cui miss b cerca di dare non un'istruzione quanto una chiave per aprire lo scrigno della cultura, pretendono di essere ascoltati anche quando non fanno altro che blaterare trite assurdità prese a prestito dai più varij pulpiti (chiese, stadij, consolle dj di radio e tv, e miss b si ferma qui) e su cui non hanno esercitato la necessaria funzione critica che deve vagliare ogni singola parola che esca da bocca umana.

A tutti/e loro miss b risponde inevitabilmente con le stesse parole usate dall'inimitabile e sempre lamentata Nilde Jotti (il suo ricordo sia in benedizione) quando si rivolgeva al Cicciobello nazionale:

"Onorevole Rutelli, non dica sciocchezze !".

1 Comments:

At April 30, 2005 12:17 pm, Anonymous Stefano said...

Ho letto anch'io quell'intervista a Ruini. In realtà mi sono detto: perché, fino ad ora, che cosa hanno fatto? Niente di nuovo dunque. Apparecchiamoci alla ribellione e a replicare con voce ancora più forte.

 

Post a Comment

<< Home