insegnaci ad amare la nostra pazzia

Du, lass dich nicht verhaerten in dieser harten Zeit- Du, lass dich nicht verbittern in dieser bitteren Zeit (Wolf Bierman) Che pretesa essere amati da adulti se non ti hanno mai amato da bambino (A Busi) Hvad man ikke har haft som barn, faar man aldrig nok siden af (Tove Ditlevsen) To live without hope, to work without love (Virginia Woolf)

Friday, May 20, 2005

morale "laica"

"la Chiesa cattolica si propone come l'autentica guida spirituale del Pianeta; dove lo Stato è debole, come in Italia, la Chiesa ne determina i comportamenti; la morale "laica" non è in grado di costituire un'alternativa a quella cristiana."
E Severino, Nascere, 2005

e quel "non è in grado" non significa che non ne è capace, ma che non ha il "potere" di cui gode la Chiesa.

il dibattito che sta nascendo intorno ai referendum e ai temi che da essi scaturiscono sta portando alla ribalta tante contraddizioni che finora erano rimaste negli antri delle coscienze.

miss B tuttavia è un po' stanca delle discussioni, non perché non ami discutere ma perché si finisce sempre per andare a battere contro i soliti punti dolenti. perché la Chiesa vuole a tutti i costi influire sulle leggi e sui modi in cui si governano le società ? non le dovrebbero bastare le coscienze di chi dice di riconoscersi nel credo che essa va proclamando ? sembra che invece sia interessata al "potere" come ogni altra istituzione umana quale essa è e che solo i ciechi si ostinano a non riconoscere.

e ancora, perché alcune persone continuano a professare la fede in una associazione che li respinge o li considera malati o cmq "moralmente disordinati" ? qualunque associazione ha diritto di porre delle regole per ammettere soci, perché insistere se non ti vogliono ? si dirà, per cambiare le cose dal di dentro, ma non sembra un argomento convincente. meglio creare un'altra associazione e divertirsi di più quando vedrai l'invidia di chi non ti voleva nella propria.

2 Comments:

At May 20, 2005 4:44 pm, Anonymous stefano said...

I absolutely agree with you.
A me, a poco a poco, mancano le forze anche per indignarmi. Mi resta lo stupore quando vedo che c'è gente che, non paga di avere limitato la propria libertà, vuole limitare anche quella altrui in nome di... già, in nome di che cosa? Di un principio, di una sua personale ideologia?

OT: Ma ti sei emancipato da santa Teresa o non ancora?

 
At May 25, 2005 12:06 pm, Blogger miss brodie said...

no, miss B è ancora succuba dei servigi telematici della Sala Teresiana (la nostra augusta sovrana di beata memoria, piuttosto che la santa da cui prese il nome)della Braidense di Milano.

le forze per indignarci dobbiamo costringerci a farcele venire con un esercizio quotidiano: i nostri avversari cercano di batterci con la tecnica dello sfinimento.

 

Post a Comment

<< Home