insegnaci ad amare la nostra pazzia

Du, lass dich nicht verhaerten in dieser harten Zeit- Du, lass dich nicht verbittern in dieser bitteren Zeit (Wolf Bierman) Che pretesa essere amati da adulti se non ti hanno mai amato da bambino (A Busi) Hvad man ikke har haft som barn, faar man aldrig nok siden af (Tove Ditlevsen) To live without hope, to work without love (Virginia Woolf)

Thursday, May 19, 2005

on love and democracy

What do we think about when we think about love ? Yes, because this is what it is "all" about, isn't it ? Everybody wants to be loved, whether they are ready to admit it or not, and more importantly, whether they on their part are prepared to love in return. People want to matter, and to know that they matter. Literature and poetry and war and peace are predicated on this premise and it would be foolish to ignore it.

Fact is, however, that love is undemocratic. One may not like the idea, but it is a fact and that's all there is to it, one can't escape it. Love is not democratic in the sense that it is a commodity, and as such it is not endless and it is not infinitely available.

This is especially hard for women, both because they are more numerous relative to the number of men (and in some areas like China, India, places of conflict like Afghanistan, Irak, Palestine, the imbalance in the ratio of men to women is already making itself felt) but also because women seem to be conditioned into thinking that if they are not wanted romantically then they are worthless. Think of all those Mills and Boone romances, Sex and the City and other TV series, all those women enrolling in a gym or a language class in the hope that they might meet "the one", or "Mr Right".

No, no question of going into the social, economic and anthropological reasons of marriage as a practical transaction - though that too would be interesting. Miss Brodie simply wants to draw your attention to something that most people take for granted: not everybody will experience love, not everybody will know what it's like to be wanted, needed, cherished for what you are, as you are, warts and all.

The idea that out there there is someone waiting for you, the right person for you, someone to make a life with, is a romantic dream, a material impossibility, sheer wishful thinking and it is what makes publicity, TV, fast food and other forms of drugs too distasteful to mention here work round the clock with no end in sight. It's what drives people's hopes, it's what makes the world go round and when it dies people start losing the will to live and the little courage they thought they had.

It is just not going to happen, not to everyone anyway, and it is not because of you, it is not due to any fault you may think you have: lots of people of no special merit or in fact of no merit at all are - happily or unhappily, it is irrelevant - in a couple or even in a loving relationship and if they are not they have recently been and will soon be again. Others, no matter how good they are or deserving of it, will never get the chance to experience it.

So, what's all this about, then ? Well, next time, when you wax lyrical over how splendid your husband/partner/child/grandchild is, and all the other chit-chat about love and other catastrophes: well, don't. There's nothing special about it, it's just a piece of luck in the cosmic lottery, you didn't have anything to do with it, you were just at the right place at the right time, you might as well thank your lucky star, that's all.

4 Comments:

At May 19, 2005 4:57 pm, Blogger liseuse© said...

Non concordo, MissB, parli solo per uno degli aspetti dell'amore, per quello arrivi a dire che love=commodity. Personalmente, non mi sono mai identificata neppure per un nanosecondo con Sex and the City and beautiful company (=compagnia bella), l'amore non è solo la ricerca del Mr Big. E penso pure che chi ha una bella famiglia spesso se l'è meritata, con un certo comportamento, con una certa disposizione e predisposizione (e non parlo pro domo mea, che non ho un cacchio di famiglia à la Mulino Bianco, né un mr big da esibire tronfia). D'altronde, proprio perché io non ho queste meraviglie domestiche, non sto dicendo che chi ne è privo è uno schifo (come non penso che chi è povero lo è per sua colpa, un pensiero da puritano intransigente, mi dissero).

Per il resto, sì, sono d'accordo che il chit-chat alla melassa dà ai nervi in maniera esorbitante, io ne sono nauseata. Ma il chit-chat non si fa mica solo sull'amore da Sex and the City.

PS ora mi devi dire come hai capito che law, nel blog di stefano, è una donna. Mai una volta che azzecco il sesso di qualcuno dal nick :o(

 
At May 20, 2005 4:06 pm, Blogger miss brodie said...

mah, miss brodie cosa può dire ? è chiaro che non tutto quello che scrive è condivisibile, e nemmeno è auspicabile che lo fosse, il pensiero unico le fa orrore. però, però, a leitora converrà che parlare di merito per quel che riguarda i sentimenti è terreno minato. miss brodie non ama certo la sussiegosità ma dall'alto dei suoi 40 anni pensa che liseuse debba ancora fare certe esperienze, e tuttavia non gliele augura e spera che ella continui cmq a mantenere i suoi entusiasmi da ottimista, miss b invece è un "natural pessimist".

quanto al sesso dei nick, c'è un equivoco. miss b non ha mai creduto alle distinzioni di genere tramite vocale: il genere linguistico è pura convenzione, dunque miss b lo usa come le pare e dice "bella !" anche ai suoi studenti maschi (?) i quali se hanno senso dell'ironia e intelligenza non si preoccupano di tali quisquilie e se invece no, se la prendono. quanto a law, il commentatore di cadavere, si tratta in effetti di un giurista di sesso maschile che risponde al nome di Cristiano, dunque tu lisosa non lasciarti traviare dall'irresponsabile missB.

 
At May 20, 2005 6:27 pm, Blogger liseuse© said...

Sul sesso dei blogger, volevo giusto dire io che tanto per cambiare ho cannato di nuovo :), ormai mi ci sto abituando a pigliare fischi per fiaschi, soprattutto con la miss!

ma missB, dal basso dei miei anni di Cristo me la vedo molto male, in quando a ottimismo di maniera e/o giovanilistico; io vengo riproverata costantemente per il mio pessimismo leopardiano! non voleva essere un accesso di ottimismo, a me pare un fatto che spesso l'amore si manifesti al di là della ricerca del principe da sposare; a meno che dietro a tutti coloro che fanno cose per gli altri (tipo: medici che vanno a impiantare protesi ai ragazzini saltati sulle mine in qualche gradevole loco del terzo mondo) non ci siano che un mostruoso egoismo e un desiderio di mostrare la propria grande bontà (questa è un'interpretazione cinica che se ne potrebbe fare, immagino, ma io non la condivido, va da é...Non voglio condividerla)

 
At May 24, 2005 8:48 am, Anonymous Anonymous said...

here miss brodie just surpassed herself!

 

Post a Comment

<< Home