insegnaci ad amare la nostra pazzia

Du, lass dich nicht verhaerten in dieser harten Zeit- Du, lass dich nicht verbittern in dieser bitteren Zeit (Wolf Bierman) Che pretesa essere amati da adulti se non ti hanno mai amato da bambino (A Busi) Hvad man ikke har haft som barn, faar man aldrig nok siden af (Tove Ditlevsen) To live without hope, to work without love (Virginia Woolf)

Thursday, November 09, 2006

oggi parliamo di...

Miss Brodie sta vivendo uno splendido autunno, come non ricordava da anni. E' stata quindi occupata a fare altro che osservare i caratteri formarsi su uno schermo piatto (..."e poi s'accamperanno di gitto/ alberi case colli per l'inganno consueto..."). Che cosa ha fatto ? Una tra le molte cose, è andata a prendere il thè a Venezia, alle Zattere davanti alla Giudecca. Uno spettacolo, col sole che la baciava in fronte, l'aria dolce e cristallina, bellissimi camerieri in giacca immacolata e papillon nero pronti a esaudire ogni suo desiderio, venale anche se non carnale.

Ha organizzato molti altri thè a casa sua, sul Corso, ma gli unici, non sempre graditi, invitati sono stati i suoi fantasmi (..."più vivi e più veri d'ogni cosa viva e vera...") venuti a fare compagnia a lei e alle sue gatte. Fantasmi evocati, non respinti e, ahilei, non respingibili, ma la vita delle persone sole è questa, fortuna che ci sono anche gli altri grandi spiriti del passato: basta aprire qualunque consueta pagina ed ecco levarsi le voci di Publio Cornelio e di MarcoTullio, l'agrodolce poesia di Publio Marone, e i versi sempre veri e splendenti di Tito Caro, la sinuosa blandizie di Platone e le lucide divagazioni di Aristotile, ma anche le persuasive proposizioni di Baruch e la voce imperiosa e pura di Carlo di Gorizia.

La Miss non sa di che scrivere se non di banalità, ma ha raccolto le lamentele delle sue allieve che vorrebbero leggerla: ma ve lo ha già scritto, care, benedette ragazze: preferisce leggere. Certo, potrebbe in ogni caso intrattenere le gentili lettrici con i racconti delle sue ultime recenti disavventure scolastiche. Ha ricevuto il suo primo ammonimento scritto da parte del dirigente scolastico, ma non se ne cruccia perché si sente con la coscienza a posto, anche se il suo finora immacolato fascicolo si trova adesso in compagni di altri reprobi.

Che altro ? La Miss ha dovuto più volte richiamare la classe delle sue lettrici, che pure è composta da allieve generalmente integerrime ma che ancora faticano a comprendere la difficile disciplina della libertà, e la differenza che intercorre tra libertà - cioè il peso delle responsabilità - e licenza, ovvero la legge della giungla. Ma vivono un'età ingrata, Miss Brodie lo sa, l'ha vissuta anche lei, e le sue sfuriate sono tutto sommato bonarie e senza livore. E' dura diventare maturi senza allo stesso tempo perdere la capacità di sorridere dei proprij errori, ma si deve fare, è una strada che non ha scampo e alla quale non si può sfuggire pena il cretinismo perenne: è adesso che si gettano le basi per quell'animus critico e razionale che dovrà accompagnare le future cittadine elettrici per il resto della loro vita. Miss Brodie lo dice sempre, coglione a 80 anni perché coglione a 20, dunque è ora o mai più, difficilmente si riescono a correggere in seguito le cattive posture mentali.

Parlando di involuzione/evoluzione, Miss Brodie si rammarica di scoprire che in Francia, culla della laicità, si sta pensando di mettere in campo dei concordati con le varie confessioni. Ahi lassa, patria putativa brodiana che devi abbassarti alle miserie morali da cui eri finora esente ! Stamattina sul treno Miss Brodie è stata coinvolta in una conversazione da un'affascinante coppia di libanesi, marito e moglie in viaggio d'affari, e il discorso è andato naturalmente a parare sulla religione. Loro, cristiani maroniti (cattolici fedeli al Papa ma di rito bizantino), parlavano delle varie comunità religiose del loro paese e si escludevano in fondo dalla diversa mentalità islamica, da loro considerata primitiva e irriducibilmente incomparabile con la cristiana. Ma La Brodie lo ha già scritto, tutte le volte che la religione entra in politica finisce inesorabilmente in guerra e sfacelo. Tutte le volte che qualcuno viene a sbandierare una sua verità più vera e "più unica" di tutte le altre verità il risultato è sempre e comunque sopraffazione e odio. "Il mio dio sarà sempre più dio del tuo" è il motto di tutti i facinorosi del mondo, di qualsiasi religione, ideologia, dottrina e sistema si voglia. Chi crede non può pensare. E per pensare bisogna aver letto. Molto. Poi bisogna dimenticare tutto quello che si è letto per non trasformare questi autori in idoli. E una volta che si è dimenticato tutto si inizia a rielaborare le scorie, ed ecco un pensiero farsi parola, immagine, volto. Una nuova idea antica come il mondo che torna a vivere nonostante i falò di libri e di uomini e donne che viene a illuminare il mondo avvolto nelle tenebre delle religioni per nutrire menti che mai si saziano.

4 Comments:

At November 11, 2006 1:51 pm, Blogger SS said...

ch piacere legger-la.
urtjpq.

 
At November 13, 2006 4:37 pm, Anonymous Portsmouth said...

"..."Il mio dio sarà sempre più dio del tuo" è il motto di tutti i facinorosi del mondo, di qualsiasi religione, ideologia, dottrina e sistema si voglia.", e brava Miss, ma la frase sovra citata vale anche per la politica, (vedi "politica" e leggi Rosa nel Pugno, che laicista come è pretende che solo i laicisti parlino, facendo del LAICISMO una RELIGIONE...)

Portsmouth

 
At November 14, 2006 11:01 am, Blogger miss brodie said...

@ss: il piacere è sapere di essere letti da Lei (prima o poi la Miss viene a trovarla à catalunya, questi milano blues la stanno uccidendo...)

 
At November 14, 2006 11:04 am, Blogger miss brodie said...

Portsmouth: per quanto sia superfluo commentare, i laici non hanno la pretesa di mettere bavagli a nessuno, tuttavia come loro non si permettono di intromettersi in questioni di sacrestia così chiedono ai clericali di avere il buon gusto di non mettere il naso in questioni che non li riguardano. Ma per le persone razionali parlare con le persone che non ragionano è solo fiato sprecato e la Miss quasi non he ha più...

 

Post a Comment

<< Home