insegnaci ad amare la nostra pazzia

Du, lass dich nicht verhaerten in dieser harten Zeit- Du, lass dich nicht verbittern in dieser bitteren Zeit (Wolf Bierman) Che pretesa essere amati da adulti se non ti hanno mai amato da bambino (A Busi) Hvad man ikke har haft som barn, faar man aldrig nok siden af (Tove Ditlevsen) To live without hope, to work without love (Virginia Woolf)

Saturday, October 29, 2005

moriremo democristiani

E' da un po' che Miss Brodie non si indigna su queste pagine, ma il fatto è che ormai non le resta più neanche l'ultima arma degli sfruttati, l'indignazione, appunto.

Miss Brodie non crede che sia utile continuare a lamentarsi delle ingerenze della chiesa cattolica in Italia, scagliarsi in diatribe sulla laicità, farsi coinvolgere da sicofantici lacché che si dichiarano atei e umanisti allo stesso tempo e per questo accolgono con favore le iniziative POLITICHE di un organo religioso che come tale non dovrebbe mettere il becco nelle cose terrene ma che in realtà il becco lo mette sempre perché ha il grugno costantemente nel trogolo.

Non ha senso continuare a imprecare e a urlare e nemmeno a cercare di spiegare con le armi della ragione i motivi per cui ciò che le gerarchie ecclesiastiche fanno non è tollerabile da un punto di vista civile ma ci riporta all'età dell'assolutismo, religioso e politico insieme.

Non ha senso perché in questo paese ormai sempre meno Belpaese e sempre più Strapaese, alla maggioranza va bene così, e quella stessa maggioranza non può indignarsi ma al contrario solo ammirare e strizzare l'occhio ai varij leader della sinistra sedicente laica e liberale che uno dopo l'altro si dichiarano o si scoprono cattolici o credenti o comunque in cerca di un "significato".

Allo stesso modo nessuno sembra ammettere di aver votato o di aver intenzione di votare per l'attuale Presidente del Consiglio. Eppure costui al potere c'è arrivato con i voti in elezioni svoltesi regolarmente. Si potrà obiettare che il suo potere mediatico e le sue fortune personali hanno avuta molta parte nel suo successo elettorale ma è vero anche che in questo paese se uno fa il furbo la reazione popolare diffusa è invidia e ammirazione non sdegno e riprobazione.

La chiesa cattolica come istituzione fa quello che deve fare e questo non glielo si può né rinfacciare né rimproverare: Invece di blaterare che in democrazia chiunque ha il diritto di dire la sua o che la chiesa fa bene a annunciare al mondo i valori che il mondo sembra aver dimenticato, i politici farebbero meglio a trovare il modo in cui avversare e contrastare la chiesa con tutti gli strumenti legislativi disponibili. E' una lotta tra poteri e come tale deve essere combattuta.

E' chiaro che la chiesa cercherà di ribellarsi e di non accettare imposizioni e avendone piena consapevolezza saprà trovare tutti i mezzi (leciti e "illeciti": la morale è il suo campo e sa benissimo come volgerla a proprio favore) per non farsi mettere sotto. E' questo il suo modo di interpretare "date a cesare quel che è di cesare blah blah blah": tutto viene da D-o e essendo la Chiesa emanazione della volontà divina in terra, niente e nessuno deve permettersi di contrastarla. Che poi gli italiani siano cattolici e cristiani solo di facciata, questo alla chiesa non interessa: ciò che conta è che abbia i suoi uomini nei posti che contano, nei centri di potere.

E' chiaro anche che gli italiani non cambieranno mai, che ci sarà sempre e soltanto un piccolo numero di coscienze consapevoli e sane, a dire che se non c'è più religione di stato non devono essercene nemmeno i simboli nei luoghi che dello stato sono emanazione, a dire che se la lezione è di religione cattolica allora è la chiesa stessa che deve finanziarsela e ringraziare per il privilegio di avere accesso alle scuole pubbliche, che se le scuole sono confessionali allora non sono pubbliche, che se tutte le confessioni hanno pari dignità nessuna di esse ha diritto a alcun tipo di finanziamento né diretto né indiretto per il mantenimento del proprio clero ma deve sostenersi unicamente delle offerte provenienti dei proprij fedeli.

Ma l'Italia non ha conosciuto rivoluzioni e mai ne conoscerà, la cosa più vicina a una seria e sana ribellione essendo la resistenza partigiana della seconda guerra mondiale, e si sa come è andata a finire poi: cinquant'anni di regime democristiano e oggi le propaggini che tutti conoscono. E come non potrebbero gli/le italiani/e essere così come sono se lo sport nazionale è fare il furbo ? Quale altro stato permetterebbe alla mafia alla camorra alla 'ndrangheta di controllare pezzi interi del proprio territorio ? Ma c'è uno stato in Italia ? Sì, c'è e si chiama Vaticano. Andate a vedere come tutto funziona alla perfezione da loro, dalla radio ai servizij informatici alle università ai conventi e monasteri alla farmacia all'intero apparato diplomatico e burocratico. Cose che nemmeno in Svizzera o in America. Solo la Scandinavia ci si avvicina. Tutto si svolge alla perfezione in un clima di perfetta e totale obbedienza alle direttive dei superiori. Altro che democrazia ! Altro che ognuno ha il diritto di esprimere liberamente il proprio pensiero ! Ci pensano le gerarchie a pensare e a dire ai proprij fedeli e collaboratori come devono pensare. Anzi, le stesse gerarchie ecclesiastiche dicono a tutti, non solo ai proprij fedeli come e che cosa devono pensare e ai politici impongono le loro direttive per fare in modo che abbiano non solo ricognizione ma applicazione pratica in quanto leggi dello stato. E poi ci si chiede come abbiano fatto i rivoluzionarij catalani a degradarsi al punto di incendiare le chiese e impiccare preti e suore durante gli anni della repubblica, o i messicani al tempo di Zapata: li conoscevano bene loro e ne avevano subito le angherie nei secoli e dunque ne avevano ben donde !

La Brodie si è messa a studiare il catechismo della Chiesa Cattolica e il manuale di religione di un altro assolutista millantatore e demagogo mistificatore, don Giussani: i proprij nemici bisogna conoscerli. La miss sa anche che la battagli è già persa, una chiesa che è da due millennij nei meccanismi di potere sa benissimo come manovrare coscienze e masse, altro che Machiavelli, altro che Clausewitz ! Il prossimo nemico con cui si confronterà è l'apparato della Cina comunista, e vincerà anche lì: ha sbaragliato Attila in passato, cosa vuoi che siano qualche cinese in divisa con la mente volta a trovare il modo di arraffare quanto più può ? Bazzeccole, moscerini, un piccolo fastidio di cui liberarsi. La chiesa ha tempo, e molta pazienza. E' la più antica istituzione umana ancora in esistenza continua, da due millennij sa come si fa a dominare questa terra stanca, in Cina aspetta da solo cinquant'anni, un niente se paragonato all'eternità. I fautori del comunismo avevano l'ambizione di arrivare a tanto e a superarla, ma non avevano fatto i compiti se non avevano capito che non basta impadronirsi del potere, devi prima di tutto abbindolare le coscienze. E in quest'ultima attività erano dei dilettanti: se solo avessero studiato dai gesuiti !

Quanta stanchezza però, per questa recente recrudescenza di clericalismo e di non-pensiero a difesa della Fede: la miss si illudeva che Voltaire e Nietzsche avessero già da tempo detto quel che dovevano dire sull'argomento. Si sbagliava.

Moriremo dunque democristiane/i, è questo l'unico dubbio che la miss non nutre. Che sia in piedi però, non in ginocchio, head held high e il pugno chiuso di chi dice no al dogma e sì alla vita.

11 Comments:

At October 29, 2005 11:30 am, Anonymous Law said...

Cara Brodie, non sei sfiorata mai dal dubbio che la chiesa, non diversamente da tante altre umane miserie, faccia parte intimamente della vita stessa, a cui va il tuo sì convinto? e che proprio la vita sia la madre di tutti i dogmi?!

 
At October 29, 2005 9:47 pm, Anonymous endimione said...

Saremo in pochi, miss, ma mai soli.

When you walk through a storm
hold your head up high,
and don't be afraid of the dark.
At the end of the storm
is the golden sky
and the sweet silver song of the lark.
Walk on through the wind,
walk on through the rain,
Though your dreams be tossed and blown,
Walk on, walk on with hope in your heart,
And you'll never walk alone,
you'll never walk alone.

 
At October 30, 2005 2:51 pm, Anonymous v. said...

Oh, Miss Brodie, tu che sei balsamo alla mia coscienza ferita, per fortuna ci sono ancora le tue parole.
P.S.: il fatto che non riesca più a commentarti non significa che non ti legga più: ti leggo e ti seguo ancora, traendo sempre dalle tue parole forza e consolazione.

 
At November 02, 2005 8:36 am, Blogger miss brodie said...

la chiesa fa parte della vita così come le piante infestanti fanno parte della vita, e pur ammettendo la miss di avere un debole per le piante infestanti quali la hypomaea, deve confessare di non essere giardiniera. e in effetti è bastata una visita del giardiniere perché gliela arrasciasse (strappasse in lingua antinesca) tutta per liberare un meraviglioso melograno che stava rischiando di soffocare. l'hypomaea era affascinante ma dannosa, come la chiesa.
la chiesa è cosa di uomini e per giustificare il proprio potere in terra deve fare ricorso al trascendente, così come succedeva al tempo delle monarchie assolute che pretendevano di derivare il potere dalla Divinità (dagli egizij a Luigi XVI). Gli ebrei furono più furbi e millantatori e si inventarono un dio invisibile e onnipotente oltre che onniveggente e onnipresente che consacrava un intero popolo al potere tramite divinità. da questo piccolo popolo di invasati (di cui è membro la Brodie, per inciso) si è staccata una setta che per circostanze storiche e ideologiche ha avuto molta fortuna politicamente parlando dopo essere stata trasformata in ideologia di assalto da un fanatico convertito di nome Saulo akas Paolo di Tarso che con lungimiranza e con lo zelo di chi vuole dimostrare di essere più realista del re si diede da fare per fornire a quella setta di accattoni miserabili non solo un apparato teologico-ideologico degno di questo nome ma soprattutto l'imperativo di egemonia quale intima ragion d'essere, e da ex-ebreo apostata ne aveva tutti gli strumenti, concettuali e pratici.

la vita non è madre di nessun dogma anche se può essere essa stessa trasformata in dogma supremo, cara law. la Brodie chiede semplicemente che la fede cattolica cristiana o qualsiasi fede, juventina o rockettara che sia non accampi pretese e non chieda di farsi finanziare dalla miss quale contribuente. tutto qui, è una semplice richiesta ma a quanto pare sembra un'enormità. in ogni caso è un sogno. uno dei pochi sogni brodiani, che per il resto la Brodie è persona concreta e preferisce darsi alla letteratura e al sesso.

caro v. leggi pure senza commentare la miss è sempre contenta avendo per sua fortuna superato quella fase narcisistica di inizio blog.

endimia tu e io sappiamo di che parliamo...

 
At November 02, 2005 8:38 am, Blogger miss brodie said...

law, la miss dimenticava: la Brodie è sfiorata da molti dubbij, vive nel dubbio continuo e continua a soppesare e a scegliere incessantemente. è la chiesa che come qualsiasi fede non è sfiorata da nessun dubbio.

 
At November 02, 2005 4:17 pm, Anonymous Law said...

Ogni uomo, rectius ogni vivente, è un impostore, cara Brodie: il clergyman è solo una variante dell'Impostura.
E disprezzare un solo impostore, quello religioso, non ci salva dall'impostura!

 
At November 03, 2005 11:26 am, Anonymous endimione said...

Quello, di Law, mi scusi l'interessato/a, mi sembra il tipico qualunquismo italiota: siamo tutti impostori, perché prendersela solo con uno? Bella scusa per lasciarsi andare ai peggiori istinti. Come quei politici corrotti che prendevano soldi sottobanco e si giustificavano dicendo: facevano tutti così. E allora? Non si sarebbe dovuto denunciarli per questo? Ci fosse anche solo uno tra mille che non è così, in nome di quest'unica persona bisogna sempre denunciare gli impostori e i corrotti e ogni tipo di stortura, quando si vedono.

 
At November 03, 2005 3:58 pm, Anonymous Trespolo said...

Miss B, sarà anche vero che moriremo democristiani, ma fino a quando l'espressione migliore della sinistra italiana rimarrà Prodi mi spiace, ma voto dall'altra parte. E uno che l'ha dichiarato l'hai trovato :-)

Per il resto condivido e anche la chiosa finale sulla Cina. 2000 anni non sono noccioline...

Buona serata. Trespolo.

 
At November 03, 2005 4:04 pm, Anonymous law said...

Veramente mi ispiro a Cioran, non certo a Giannini.
L'accusa di qualunquismo è una banalizzazione disarmante.

 
At November 04, 2005 8:26 am, Blogger miss brodie said...

ma law, quale che sia il riscontro, non dovresti prenderlo come un'accusa ! da endimione poi, che è la gentilezzsa fatta persona! e non lasciarti disaramre per così poco. Cioran era misantropo e non amava le invettive anche se ce l'aveva con l'uomo a livello antropologico oltre che esistenziale, dunque le sue parole sono molto idiosincratiche. la miss invece non ce l'ha né con il mondo né con la chiesa o le chiese, vuole solo essere lasciata in pace, CIVICAMENTE parlando.

Trespolo, la miss non pregiudica nessuna scelta politica e non avendo tessere in tasca è sempre disposta a ascoltare i politicanti fino all'ultimo istante prima del fatidico segno sulla scheda. certo Prodi è poco serio e manca di appeal ma Berlusconi è improponibile. Fini è tutt'un'altra pasta ma la Brodie è ebrea e omozozzuale e insegnante! dunque per coerenza non voterà per Fini se si candidasse visto che ha militato in un partito neofascista per tanti anni e che vorrebbe vietare l'insegnamento alle cule anche quelle capaci e meritevoli come la Miss.

 
At November 09, 2005 8:57 am, Anonymous Pappafico said...

Non essere così pessimista!
In effetti la situazione è pessima, ma quando è così può solo migliorare.

 

Post a Comment

<< Home